Il tuo carrello

Migliaia di prodotti al miglior prezzo della rete solo su Gangolandia
Centinaia di eventi su Gangolandia
Scopri le centinaia di offerte vantaggiose su Gangolandia
Scopri tutti i nostri affiliati

5 falsi miti sull'utilizzo della lavatrice

{FOTO.titolo}
05 Dic. 2016

La lavatrice è uno degli elettrodomestici più utilizzato nelle nostre case. Ma la sappiamo utilizzare bene?

Qui di seguito troverete un elenco di 5 false credenze sul suo utilizzo:

1) I lavaggi con centrifuga a più alti giri danno risultati migliori. No. I nostri test dimostrano che le prestazioni della lavatrice, ad eccezione ovviamente della rimozione di acqua, non dipendono dalla velocità della centrifuga. Dimotrano anche che lavatrici di medio carico (7-8 kg) e centrifughe 1.000, 1.200 giri al minuto danno le migliori prestazioni di lavaggio. Questo nonostante i produttori cerchino sempre nuove tecnologie per aumentare capienza e velocità di centrifuga.

2) Per tenere la lavatrice in buono stato, è bene usare un prodotto anticalcare. Falso. Non ci sono prove che sia il calcare a ridurre la vita della lavatrice. L’aggiunta di un anticalcare a ogni bucato è consigliabile solo se l’acqua è molto dura (più di 30°F), se si lava spesso ad alte temperature (almeno 60°C) e se si usano spesso detersivi in polvere. Lavando a 30° - 40° C, l'uso di un additivo a ogni lavaggio è superfluo. Inoltre, tutti i detersivi contengono già una piccola quantità di anticalcare, sufficiente per la prevenzione ordinaria delle incrostazioni.

3) I programmi più brevi consumano meno. No. In lavatrice come in lavastoviglie sono quattro i fattori che determinano la rimozione delle macchie:  temperatura, azione meccanica, detersivo e tempo di lavaggio. Solitamente i programmi più lunghi sono quelli che usano meno acqua o temperature più basse. I programmi ecologici in generale hanno durata più lunga. Attenzione: esistono alcuni programmi brevi che consumano effettivamente meno acqua e corrente, in quanto pensati per lavare capi poco sporchi o solo per rinfrescare capi usati poco. Controlla il libretto delle istruzioni.

4) Più detersivo metto più il bucato viene pulito. E l’ammorbidente è indispensabile per rendere gli indumenti più morbidi. Falso. La dose di detersivo indicata dal produttore è studiata per eliminare tutti i tipi di sporco. Anche una minore dà risultati soddisfacenti. Aumentare la dose di detersivo, al contrario, può lasciare sui tessuti aloni e residui che possono provocare allergie, oltre ad avere un impatto ambientale negativo. Meglio pretrattare le singole macchie con un po’ di sapone o con uno smacchiatore prima di avviare il lavaggio. In genere, l’ammorbidente viene aggiunto per rendere il bucato più profumato e per facilitare la stiratura dei capi. In realtà non è indispensabile. Per rendere i tessuti più morbidi al tatto, prova a lavare a temperature più basse e a stirare i capi quando sono ancora un po’ umidi.

5) È sempre indispensabile separare bianchi e colorati. No. Non tutti i capi colorati, infatti, perdono colore, soprattutto se lavati a basse temperature (30° - 40° C). Bisogna però avere alcuni accorgimenti. Al primo lavaggio meglio non mischiare i capi nuovi, soprattutto quelli rossi. Gli indumenti neri vanno lavati da soli e in acqua fredda. Infine, attenzione ai capi di artigianato esotico in fibre naturali (seta, cotone, lino) e colorati di scuro: possono perdere colore.

 

Ti serve aiuto? +390805794025 ecoservice.sc@libero.it
Corso Giuseppe Mazzini 70123 Bari (BA)
  • Manutenzione Caldaie
  • Assistenza Piani cottura
  • Riparazione Cucine
  • Manutenzione Cappe
  • Assistenza Lavastoviglie
  • Riaparazione frigoriferi
  • Assistenza Lavatrici
  • Manutenzione Congelatori
  • Assistenza Falmec
  • De Longhi
  • Tecno gas
Ecoservice All right reserved 2012 +
Corso Mazzini, 160 Bari